You are currently viewing Green new deal europeo

Green new deal europeo

Il Green deal è la proposta presentata dalla Commissione europea nel 2019.

Ha l’obiettivo di indirizzare le politiche europee verso la questione ecologica. Si tratta di un pacchetto di misure che tutti gli Stati membri dovrebbero implementare.

L’obiettivo è far diventare l’Europa il primo continente energeticamente neutrale entro il 2050.

L’ambizione del Green Deal è coniugare ecologia, progresso tecnologico e crescita economica.  La visione della Commissione è che questo sia auspicabile, oltre che possibile.

I temi ricorrenti sono la tutela della biodiversità, l’economia circolare e la sostenibilità alimentare. Le strategie del piano vogliono integrare i sistemi energetici, di produzione alimentare e di industria degli Stati membri.

L’idea è che la transizione energetica e l’adozione di politiche “verdi” costituisca un’opportunità per creare lavoro, attrarre investimenti e in generale consolidare il buon andamento dell’economia. 

Queste misure saranno sufficienti a superare la crisi ecologica?

Il Green Deal è un piano d’azione composto da varie misure, i cui obiettivi sono: ridurre l’emissione di gas serra, investire in ricerca e innovazione, eliminare l’inquinamento, dirigersi verso un’economia circolare. 

Il piano coinvolge tutti i settori dell’economia (tessile, energia, edilizia, trasporti, alimentazione) per trasformarli interamente in attività redditizie ma non dannose per l’ambiente. 

Tra gli strumenti suggeriti per una giusta transizione ecologica, ci sono:

  • investimenti in tecnologie ecologiche
  • decarbonizzazione
  • implementare forme “pulite” di trasporto pubblico e privato
  • assicurare l’efficienza energetica agli edifici

Ogni Stato membro dovrà pianificare i suoi investimenti nazionali cercando di “rispettare” le condizioni del piano.

Tre sono le iniziative principali istituite dal Piano Green: 

2030 CLIMATE TARGET PLAN, che fissa il primo obiettivo di ridurre le emissioni del 55% già entro il 2030.

EUROPEAN CLIMATE LAW, che istituisce dal punto di vista legislativo l’obiettivo della neutralità entro il 2050. Agli Stati membri verrà chiesto di adattare le politiche climatiche ed energetiche agli standard di questo piano.

EUROPEAN CLIMATE PACT, un documento per incoraggiare associazioni, cittadini, imprese dell’UE a prendere consapevolezza e agire sulla questione ecologica. 

 LA TRANSIZIONE “GIUSTA”  è un meccanismo che tiene conto delle diversità di risorse e ed economiche nei diversi Paesi dell’Unione. E’ stato pensato per quei Paesi che attualmente basano la loro economia sul carbone e dovranno sostenere costi più alti per iniziare la transizione ecologica (ad esempio: Polonia, Romania)

Quanto costerà?

Si prevede che l’UE dovrà fare un investimento di 260 miliardi di euro, per cui saranno necessari la partecipazione di Stati e soggetti privati. 

Fonti

Lascia un commento