You are currently viewing Pena di morte nel mondo

Pena di morte nel mondo

TW: tortura, violenza, pena di morte

Vi ricorderete che qualche tempo fa abbiamo parlato del carcere come massima pena detentiva. Seppure sia così nella maggior parte dei Paesi, in alcune parti del mondo oggi esiste ancora la pena capitale per punire i reati ritenuti “più gravi”.

Tra questi rientrano alto tradimento e omicidio, ma in alcuni Paesi si possono emettere condanne a morte anche per blasfemia e omosessualità. 

Nel mondo 142 Stati hanno abolito la pena di morte o hanno smesso di eseguirla da tempo. Di questi 107 sono abolizionisti totali: significa che non la ammettono per nessun reato.

Ci sono poi alcuni Paesi che invece la ammettono solo in circostanze eccezionali o per i reati commessi in tempo di guerra. Sono invece 28 i Paesi che hanno abolito la pena di morte “de facto”, cioè che la mantengono tra le leggi però da dieci anni o più hanno smesso di eseguire condanne capitali. 

Negli ultimi quattro anni si stimano più di 1000 esecuzioni.

Tra i Paesi che ne hanno eseguite di più ci sono Iran, Iraq e Arabia Saudita. Non si conoscono i numeri esatti della Cina perchè i dati sulle esecuzioni sono considerati segreto di stato.

Una notizia positiva è che nel 2020 la Corte africana dei diritti e dei popoli si è pronunciata contro l’obbligatorietà della pena capitale e alcuni stati, fra cui Sudan e Ciad, l’hanno abolita.

Dal 2003 ogni anno il 10 ottobre si celebra la giornata contro la pena capitale, istituita dalla coalizione mondiale contro la pena di morte. In questa occasione si evidenzia l’importanza di un’efficace rappresentazione legale, spesso cruciale nell’evitare l’esecuzione.

«Parmi un assurdo che le leggi, che sono l’espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l’omicidio, ne commettano uno esse medesime, e, per allontanare i cittadini dall’assassinio, ordinino un pubblico assassinio.» 

Cesa Beccaria sulla pena di morte, 1764 (Dei delitti e delle pene)

Dove si pratica la pena di morte?

  • Asia

Yemen

Iran

Pakistan

India

Bangladesh 

Cina

Vietnam

Iraq

Indonesia

Arabia Saudita

Afghanistan

Malesia

Giappone

Corea del Nord

Emirati Arabi Uniti

Giordania

Kuwait

Libano

Oman

Palestina

Qatar 

Singapore

Siria

  • AFRICA

Egitto

Botswana

Nigeria 

Zambia

Somalia

Lesotho

Uganda

Zimbawe

Libia

Bahrain

Etiopia

Gambia

Repubblica Democratica del Congo

Guinea equatoriale

Guyana

  • Europa e America

In Europa, troviamo la Bielorussia

Negli Stati Uniti alcuni Stati hanno abolito la pena capitale, altri no. 

Ma Trump, proprio quest’anno, ha invitato i tribunali a dare via libera alle esecuzioni federali dopo un’interruzione di 17 anni.

Altri paesi nel continente americano: Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Belize, Comore, Cuba, Dominica, Giamaica, Saint Kitts e Nevis, Saint Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Trinidad e Tobago

L’Oceania è l’unico continente completamente libero dalla pena capitale

Ma quali sono i reati che hanno portato avanti la pena capitale?

  • Blasfemia e Apostasia
  • Violenza sulle donne e stupro
  • Omosessualità e incesto
  • Rapina
  • Traffico di droga
  • Aver bevuto alcolici (è successo in Iran nel 2019)

Come avvengono le condanne a morte 

TW: tortura, violenza

Tra i metodi più usati fin dall’antichità troviamo annegamento, camera a gas, impiccagione, colpo di pistola alla nuca, fucilazione, decapitazione, lapidazione, rogo

Oggi tra i più comuni ci sono sedia elettrica e iniezione letale

FONTI

ISPI

Amnesty International

Human Rights Watch

https://www.amnesty.it/giornata-mondiale-contro-la-pena-di-morte-2020/

https://www.amnesty.org/en/latest/news/2019/04/death-penalty-facts-and-figures-2018/

Lascia un commento