You are currently viewing Il cunnilingus

Il cunnilingus

Il sesso orale è uno degli atti sessuali più intimi e gratificanti da condividere con un’altra persona. Cunnilingus e fellatio sono parte delle pratiche sessuali.

Per fare del buon sesso orale è necessario avere fiducia in ciò che accade, ascoltando la parte più istintiva di sè e allontanando le aspettative e il giudizio.

Implica un reciproco abbandono e una connessione con l’altr* a ogni livello.

Non è qualcosa che si simula e va oltre un sapere tecnico, occorre essere autentic* e presenti, con il corpo e con la mente.

La lingua è un apparato di muscoli e nervi tenuti insieme da una membrana ricoperta da migliaia di papille gustative ed è l’organo sessuale più versatile che abbiamo.

E’ sotto il nostro controllo diretto, non è soggetta a limiti di tempo (un elemento spesso molto importante nell’esperienza del piacere femminile) e può essere manovrata con precisione, è efficace sia quando è dura che quando è morbida e non ha problemi di sovraeccitazione.

La stimolazione con la lingua della parte esterna (glande) della clitoride consente di provare orgasmi molto più comunemente che tramite la maggior parte delle posizioni che prevedono la penetrazione.

Per tantissimo tempo, in Occidente, è stata una pratica poco interessante poiché incentrata sull’aspetto del piacere anziché della riproduzione, nell’antica Roma ad esempio praticare il sesso orale femminile era addirittura considerato un atto di sottomissione e perciò deplorevole.

È stato soprattutto dopo la rivoluzione sessuale degli anni ’60 che il sesso orale ha iniziato ad essere più accettato tra le pratiche sessuali.

Per godere del cunnilingus è importante sospendere il giudizio ed evitare di viverlo come un passaggio frettoloso necessario ad una successiva pratica penetrativa o una performance.

Il cunnilingus è un atto intimo e molto piacevole a cui è importante dare il tempo e la cura desiderati dalle persone coinvolte, non esistono tecniche infallibili ma solo complicità, divertimento e ascolto reciproco.

Il cunnilingus è una pratica sessuale che prevede la stimolazione della vulva attraverso la bocca e la lingua del* partner.

Cunnilingus? può includere il leccare, baciare, succhiare, sfregare tutta la zona genitale inclusa tra il monte di venere e la zona del perineo.

Grazie al fatto di concentrarsi in una delle zone più sensibili della vulva è una delle pratiche che, se fatte con il consenso, la cura e l’ascolto necessari, permette di procurare maggior piacere e orgasmi alle persone che la ricevono.

Attenzione però, non tutte le donne e le persone dotate di vulva gradiscono tale pratica. Questo può essere legato a numerosi motivi fisici e/o personali che vanno accolti e non giudicati.

Molte donne e persone dotate di vulva che invece apprezzano questa pratica lamentano la scarsa diffusione di una buona conoscenza tecnica della vulva e di come andrebbe stimolata (ignoranza sulle zone più sensibili, movimenti troppo bruschi, ecc), un atteggiamento negativo (alle volte esitante o schizzinoso oppure eccessivamente zelante o addirittura rabbioso) e una scarsa considerazione.

Infatti il cunnilingus alle volte viene percepito solo come un aspetto preliminare da compiere in maniera veloce e poco attenta per arrivare ad una penetrazione vaginale.

Andiamo un po’ più nel dettaglio

  • I peli

Osteggiati dei media, in realtà anche molto amati da alcune persone. La cura dei peli pubici prevede prima di tutto una libera scelta individuale.

Non c’è impedimento alcuno nel praticare cunnilingus su una vulva non depilata ed eventuali difficoltà possono discusse e concordate insieme tra le persone coinvolte.

Rispetto a chi pratica il cunnilingus, occorre tenere conto di quando si ha la barba. A meno che non sia soffice e folta, la barba corta in alcuni casi rischia di irritare o pungere sulla vulva e sulle altre zone sensibili dell’area genitale ed è una cosa di cui è importante tenere conto.

  • Igiene intima

Esiste un bombardamento mediatico che punta molto sull’importanza dell’essere sempre “fresche” e “profumate”.

Tutto ciò contribuisce ad avere preoccupazione, ansia e vergogna rispetto al proprio corpo e a non ricercare e sperimentare il sesso orale e il piacere ad esso collegato.

Si fa un gran parlare dell’igiene intima femminile. In realtà, i genitali femminili sono un sistema autopulente anche migliore di molte altre parti del corpo, compresa la bocca.

Ogni vulva ha un odore e un sapore differente.

Nemmeno una stessa vulva ha sempre lo stesso odore e sapore.

I fattori che possono influire su di essi sono tanti:

  • alimentazione
  • carenze vitaminiche
  • farmaci
  • ciclo mestruale
  • infezioni
  • idratazione, alcol, tabacco, ecc.

Se però, in presenza di una normale cura e igiene personale, si nota un cambiamento improvviso e persiste un odore sgradevole, è consigliabile rivolgersi ad una figura medica per controllare il proprio stato di salute.

Come nelle altre pratiche sessuali anche il cunnilingus prevede un’attenzione rispetto alle infezioni sessualmente trasmissibili.

Fare controlli periodici e utilizzare protezioni sono sempre la soluzione migliore.

I metodi barriera più utili in questo caso sono il dental dam (una sottile striscia di lattice che si può posizionare tra la vulva e la bocca) e guanti in lattice o salvadita (protezioni in plastica individuali usate anche da chi lavora nei ristoranti).

Tutti questi accessori sono reperibili in farmacia o acquistabili on line.

Nel caso venga utilizzato il lubrificante, leggete sempre prima gli ingredienti e preferite quelli a base acquosa e con pochi ingredienti.

Attenzione a quelli a base oleosa e che contengono sostanze chimiche spermicide perchè, oltre ad un pessimo sapore, possono causare bruciore e creare infezioni.

Praticare il cunnilingus non equivale a concentrarsi solo ed esclusivamente sulla clitoride, che alle volte potrebbe anche infastidirsi di troppa attenzione!

E non significa dimenticare che oltre alla bocca si ha a disposizione anche il resto del corpo. Ad esempio molte donne raccontano di gradire maggiormente il sesso orale quando è accompagnato da una stimolazione con le mani (proprie o dell’altra persona).

A causa della mancanza di educazione sessuale, dei tanti tabù legati al sesso e a una pornografia mainstreaming poco veritiera su questa pratica, molto spesso sia la persona che riceve che quella che la pratica potrebbero essere poco esperte su come e cosa fare e provare ansia o vergogna rispetto a questa pratica sessuale.

Riguardo a queste emozioni l’unica grande soluzione sta nel comunicare con l’altra persona.

Fonti:
“Lei viene prima” di Ian Kerner, edizioni Odoya

Lascia un commento