You are currently viewing Vibratori per il pene e la prostata

Vibratori per il pene e la prostata

I sex toys studiati appositamente per le persone dotate di pene (vibratori per il pene) sono “pochi ma buoni”.

Per molto tempo il preconcetto per cui il “vero uomo” non ha bisogno di sex toys (perché in quanto tale avrebbe decine di spasimanti sempre a disposizione) ha fatto sì che gli unici oggetti del piacere accettabili per una persona dotata di pene, fossero le vagine finte (e anche queste ultime fino a un periodo molto recente sono state stigmatizzate).

Negli ultimi 10 anni, l’evoluzione del mercato (e del marketing) degli oggetti del piacere ha portato allo sviluppo di sex toys specifici per pene e prostata maschile.

In realtà, nonostante molti sexy shop online amino distinguere i propri prodotti nelle categorie “per lei” e “per lui”, i sex toys non hanno genere e possono essere usati indifferentemente su ogni tipo di organo genitale e non.

L’unica accortezza riguarda l’ano, per il quale è bene utilizzare solo toys con base larga per evitare l’effetto “risucchio” e spiacevoli corse al pronto soccorso.

Fatta questa premessa, nulla vieta di usare un massaggiatore Wand o un vibratore classico sul frenulo del pene, oppure di sperimentare con un Rabbit, o ancora, indossare mutandine vibranti per titillare lo scroto.

Non c’è limite all’esplorazione del proprio piacere, indipendentemente dal nostro sesso biologico (e dalla fastidiosa predominanza del colore fucsia nel mercato dei sex toy).

Ad una prima occhiata potrebbe sembrare che i sex toys studiati per le persone pene-munite siano molto meno di quelli per le vulva-munite.

In effetti i modelli studiati appositamente per il pene e la prostata maschile non sono molti, ma visto che i sex toys non hanno genere, nulla vieta di sperimentare con vibratori e dildo originariamente studiati per altre anatomie.

Masturbatori/sleeve tra i vibratori per il pene

I primi sex toys per il pene che vengono in mente sono sicuramente i masturbatori, chiamati Sleeve (manica) e conosciuti anche come “vagine finte”.

Si tratta di cilindri concavi realizzati in materiali plastici molto morbidi (generalmente Tpr e Tpe) in cui infilare il pene, con abbondante lubrificante.

Eventuali zigrinature all’interno rendono la stimolazione molto particolare e sempre diversa.

I materiali porosi con cui sono realizzati, li rendono sex toys difficilmente lavabili e riutilizzabili, ma esistono sempre più varianti in silicone morbido e persino modelli vibranti e con effetto suzione.

Anelli vibratori per il pene

Gli anelli per il pene si indossano alla base dell’asta.

Possono avere un piccolo vibratore incorporato che può essere posizionato in corrispondenza dello scroto o del perineo per una stimolazione aggiuntiva.

Alcuni anelli, generalmente più rigidi, sono invece studiati per avere un effetto “costrittivo” (senza esagerare) per prolungare l’erezione e ritardare l’eiaculazione.

Non vanno indossati per lunghi periodi di tempo ed è meglio iniziare con materiali un minimo flessibili, come il silicone più duro.

Quando si ha a che fare con materiali totalmente rigidi come l’acciaio o il legno, è fondamentale scegliere con cura diametro e circonferenza dell’anello, per evitare spiacevoli incastri o situazioni che richiedano un intervento medico.

Guaine e gabbie

Rimanendo nell’ambito delle “cose che si possono infilare su un pene”, troviamo le guaine, realizzate in Tpr/Tpe, o comunque con materiali molto morbidi.

Sono usate soprattutto nei rapporti con penetrazione per aumentare le dimensioni del pene e spesso hanno zigrinature e protuberanze sia all’esterno (per il piacere di chi è penetrat*) e all’interno (per chi penetra).

Le gabbie sono invece utilizzate nei giochi di castità: realizzate in acciaio o plastica, si indossano a pene flaccido per impedire o rendere difficoltosa l’erezione.

Stimolatori per la prostata

Assomigliano a un incrocio tra un vibratore Rabbit e un plug anale.

Questi sex toys si presentano infatti come plug ricurvi, vibranti o meno, spesso dotati di un piccolo braccio esterno che va a poggiare sul perineo.

Questa forma è particolarmente studiata per stimolare la prostata maschile, che può essere raggiunta internamente dall’ano (a circa 4 cm di profondità, premendo verso l’ombelico) ed esternamente, facendo pressione sul perineo.

FONTI

“Sex Toys. Alla scoperta degli oggetti del piacere” di Morena Nerri e Ivano Messinese (Odoya); PlannedParenthood.org (https://www.plannedparenthood.org/learn/sex-pleasure-and-sexual-dysfunction/sex-and-pleasure/sex-toys); Mysecretcase.com

Lascia un commento