You are currently viewing Skin whitening

Skin whitening

Marchi famosi come Dove, Nivea e tanti altri producono creme e detergenti per il corpo e il viso, atti a soddisfare la richiesta (spesso imposta dalla società) dello schiarimento della pelle a cui, soprattutto le donne, ricorrono.

Questi prodotti sono dannosi e spesso illegali, perché ad altissima concentrazione di mercurio.

La pelle chiara è ancora considerata l’emblema della bellezza, anche in paesi in cui le sfumature del colore della pelle più diffuse sono lontane dal bianco quasi pallido, a cui aspira invece il modello di bellezza ideale offerto dalle pubblicità, dal cinema e a volte imposto da* dator* di lavoro.

Molte donne si sono viste rifiutate per una certa mansione perché aventi una carnagione non abbastanza chiara.

In India, ad esempio, spesso per fare il modello o la modella, l’attrice o l’attore bisogna avere la pelle abbastanza chiara, altrimenti si viene scartat* a prescindere.

A volte le modelle e i modelli per le campagne pubblicitarie indiane non sono nemmeno del posto, ma vengono anche dall’Europa. Le pubblicità hanno una grossa influenza su questo fenomeno. Viene fatto passare il messaggio per cui se non hai la pelle abbastanza chiara non sarai felice, non troverai l’amore e tanti altri messaggi che vanno a condannare la pigmentazione scura della pelle nell’approccio alla vita quotidiana.

Tutto questo si basa sul “Colorismo”. Il colorismo è definito da* sociolog* come il processo di discriminazione che privilegia le persone dalla pelle più chiara rispetto a chi ce l’ha più scura.

Molti studi hanno anche dimostrato che il colore della pelle ha un’influenza non indifferente su come giudichiamo una persona e su quali caratteristiche le attribuiamo.

Tutto questo ci riporta ai vecchi stereotipi del suprematismo bianco secondo i quali, ad esempio, un colore della pelle più scuro comportava un’igiene più trascurata.

Nonostante nella storia si sia cercato di diffondere un messaggio positivo riguardo all’avere un colore della pelle più scuro, la strada per combattere il colorismo e cancellare i danni da esso causati è evidentemente ancora lunga. 

Ripercorriamo alcuni punti essenziali:

Lo schiarimento della pelle (skin whitening), consiste in un’azione sulla quantità di melanina all’interno della cute. Questa pratica non ha nulla di naturale, in quanto figlia di ideali suprematisti bianchi, inoltre è molto dannosa per la pelle e per l’organismo. 

In Asia è diffusa la pratica dello schiarimento della pelle tramite prodotti di bellezza come creme o detergenti per il corpo e il viso.

Si conta che il 40% delle donne asiatiche utilizzi prodotti per schiarire la pelle.

Soltanto in India ogni anno vengono venduti più di 400 milioni di dollari americani di prodotti schiarenti. 

Numerose campagne online e influencers tentano di contrastare il fenomeno dello schiarimento della pelle. Questa pratica è però qualcosa di profondamente radicato e ancora difficile da eliminare, l’importante è fare la propria parte tutti i giorni e piano piano cambiare le cose, ricordandoci che ogni sfumatura del colore della pelle è autentica e bellissima. 

Fonti: CNN Vox Vice News 

Lascia un commento