You are currently viewing Come si puliscono i sex toys?

Come si puliscono i sex toys?

Usare sex toys è divertente e stimolante, ma dopo ogni sessione di divertimento dobbiamo ricordarci di prestare anche a loro la giusta attenzione, in modo che un bell’orgasmo non si trasformi in qualcosa di spiacevole. 

“Prima il piacere, poi il dovere”, insomma.

La pulizia dei sex toy è un passaggio obbligato tra un uso e l’altro, ma diventa fondamentale quando si condividono i sex toy con altre persone. In questo caso la strada preferibile è la sterilizzazione, cosa che però non è sempre possibile a seconda del materiale. Motivo in più per scegliere con cura il proprio sex toy (andando a ripassare il post ad hoc sui vari materiali disponibili).

Ogni marchio ha il proprio detergente specifico per la pulizia dei sex toy, ma per la maggior parte dei modelli e dei materiali bastano acqua tiepida e sapone neutro. L’ideale è lasciare asciugare i sex toy all’aria e riporli in una bustina di tessuto, in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore. Per i sex toy fatti di materiali misti o molto particolari, è bene seguire le indicazioni de* produttor*.

Seguendo queste semplici indicazioni prolungherete la vita del vostro toy, evitando che batteri e altre impurità possano trovare casa sulle sue superfici e venire in contatto con le mucose genitali.COPERTINA: Come si puliscono i sex toy?

Pulire i sex toy con regolarità è fondamentale per evitare di fare entrare le nostre mucose in contatto con polvere, batteri e altre sostanze che possono portare a irritazioni o infezioni. 

In commercio esistono detergenti appositi per sex toy, ma in molti casi acqua tiepida e sapone neutro possono bastare per una pulizia base. Tuttavia le modalità di pulizia dipendono dal materiale di cui è fatto il sex toy. Alcuni sex toy, inoltre, non possono essere sterilizzati, quindi è preferibile non condividerli con altre persone, al di fuori di una relazione stabile. Vediamo quali sono le opzioni per le principali categorie di materiali in commercio.

Sex toys fatti di materiali porosi

Elastomeri e materiali porosi (come Tpr, Tpe, usati soprattutto per i masturbatori maschili) sono materiali molto delicati. Anche il normale sapone potrebbe danneggiarli, quindi si possono pulire solo con abbondante acqua tiepida. Questo significa che non è possibile pulirli a fondo, né sterilizzarli, quindi è meglio non condividere questo tipo di sex toy con altre persone. 

Sex toys in silicone

Il silicone è un materiale non poroso e stabile, molto sicuro proprio perché può essere pulito a fondo e sterilizzato. Per una pulizia ordinaria e per quanto riguarda i vibratori e sex toy dotati di motori e parti elettriche, basta usare acqua e sapone neutro, oppure detergenti specifici. Dildo e plug (tutti i toys non dotati di motore o parti elettriche) possono essere anche sterilizzati, bollendoli per qualche minuto in abbondante acqua. Quest’ultimo metodo infatti è quello utilizzato per pulire a fondo le coppette mestruali. 

Altri materiali non porosi

Per gli altri materiali non porosi, come vetro, plastica dura ABS e acciaio inossidabile, valgono le stesse regole per la pulizia e la sterilizzazione del silicone, ma possono essere puliti anche con una salvietta imbevuta di alcol. 

Sex toy in legno

I sex toy in legno vanno trattati con più delicatezza per non danneggiare lo strato protettivo esterno, quindi no alla bollitura e a spugne abrasive. Meglio optare per le salviette antibatteriche umidificate, seguite da un risciacquo con acqua tiepida.  

Accessori in cuoio

Il cuoio è un materiale molto delicato, ma quando è usato per imbracature, frustini o altri accessori Bdsm, è bene pulirlo tra un uso e l’altro. La parola d’ordine è delicatezza: basta un panno inumidito con acqua tiepida e sapone neutro, meglio ancora se ultra delicato come il baby shampoo. Gli accessori in cuoio vanno lasciati asciugare all’aria, ma non alla luce diretta del sole. Per mantenere il cuoio morbido, può essere poi trattato con dell’olio specifico.

Indumenti in latex

Il latex è delicatissimo e sopporta poco gli olii. Subito dopo averlo indossato va sciacquato con acqua tiepida e sapone delicato o baby shampoo, asciugato con cura e cosparso con un po’ di talco, per asciugare ogni residuo. Va riposto nella carta velina, per evitare che si appiccichi a sé stesso.

FONTI: 

“Sex Toys. Alla scoperta degli oggetti del piacere” di Morena Nerri e Ivano Messinese (Odoya);

Dangerouslilly.com 

Lascia un commento