You are currently viewing I plug: a cosa servono e come si usano #SexToys

I plug: a cosa servono e come si usano #SexToys

Generalmente più piccoli di un dildo, i plug sono sex toys studiati e creati per essere inseriti nell’ano e rimanere in posizione in modo confortevole, magari mentre ci si dedica ad altre
pratiche altrettanto piacevoli.
Le caratteristiche imprescindibili per un buon plug sono: essere realizzato in un materiale non poroso (via libera a silicone medicale, acciaio, vetro e plastica ABS) e avere una base larga. L’ano infatti per sua conformazione, tende a “risucchiare” qualsiasi oggetto inserito, rendendo molto difficile l’estrazione.
Questo è un motivo in più per usare plug e toy appositamente studiati per il piacere anale e non oggetti casalinghi convertiti a sex toys.
Andiamo alla scoperta del piacere, evitando di dover correre al Pronto Soccorso e usare l’ormai inflazionata scusa “ci sono cadut* sopra!”

I plug sono sex toy appositamente studiati per il piacere anale. Si distinguono dai dildo classici perché sono più corti e hanno una base larga o ad “àncora” oppure un anello largo, che permette l’inserimento e l’estrazione dall’ano in modo semplice e veloce, evitando di essere “risucchiati” e di rimanere incastrati all’interno del retto (con conseguenti corse al Pronto Soccorso).

Le pareti del retto tendono ad assorbire molto velocemente sostanze e principi attivi (qualcuno ricorderà le amate-odiate supposte…) per cui è fondamentale scegliere plug realizzati in materiali sicuri e non porosi, come silicone medicale, acciaio inossidabile, vetro, ceramica, plastica dura ABS. Questi materiali possono inoltre essere sterilizzati prima e dopo l’uso, passaggio fondamentale per tutti i toy che entrano a contatto con l’ano.

Mai dimenticare le regole base del sesso anale: ciò che è stato nell’ano non può essere inserito in una vagina (o in un altro orfizio) senza prima essere pulito e sterilizzato. Il rischio è quello di trasferire i batteri presenti nell’ano ad altre mucose, con conseguenti infezioni o irritazioni. La penetrazione anale va evitata se si hanno ragadi, emorroidi o altre patologie. In ogni caso bisogna procedere lentamente e per gradi, fermandosi alle prime avvisaglie di dolore o fastidio.

Fondamentale è l’uso del lubrificante: a differenza della vagina, l’ano e il retto non hanno un proprio sistema di lubrificazione, inoltre sono molto delicati e suscettibili a tagli e ferite. Un’abbondante dose di lubrificante è quindi d’obbligo: quello a base siliconica è più setoso e duraturo, quindi molto adatto al sesso anale, ma non va usato con plug o toy in silicone, perché può rovinarli.

Come per gli altri sex toy, anche i plug hanno un’infinita varietà di dimensioni e forme. Il consiglio, per * neofit* del piacere anale, è di iniziare con materiali morbidi (silicone) e dimensioni ridotte, da aumentare via via che si ha più familiarità con il proprio ano. Esistono anche appositi kit per il “training anale”, con plug di dimensioni e durezza crescenti.

Grazie alla loro forma e alla base larga, i plug possono essere indossati per un periodo di tempo relativamente lungo, anche sotto i vestiti. Tuttavia è sempre meglio non superare le 2-3 ore continuative, facendo una pausa tra un inserimento e l’altro e senza dimenticare di lavare accuratamente il plug e usare abbondante lubrificante ogni volta che si estrae o inserisce.

Esistono plug ricurvi studiati appositamente per stimolare la prostata maschile, una
ghiandola grande quanto una noce che può essere raggiunta attraverso la
penetrazione anale. Per trovarla basta infatti inserire un dito nell’ano e curvarlo verso l’ombelico a circa 4 cm di profondità. I plug detti “stimolatori prostatici” hanno le dimensioni e la forma giusta per questo tipo di missione, che generalmente porta le persone dotate di pene e prostata a orgasmi molto forti e piacevoli.

Parliamo di stile: alcuni plug hanno cristalli o iscrizioni sulla base che resta all’esterno dell’ano, diventando dei veri e propri gioielli, altri hanno una coda più o meno realistica attaccata all’estremità, per i giochi di ruolo a tema animale.

(FONTI)
Tristan Taormino, “Guida al piacere anale per lei” (ed. Odoya)
Jack Morin Ph.D, “Anal pleasure and health”
Morena Nerri e Ivano Messinese, “Sex Toys. Alla scoperta degli oggetti del piacere”
(ed. Odoya)

Lascia un commento