You are currently viewing Bisexual visibility day

Bisexual visibility day

La giornata mondiale della visibilità Bisessuale è stata celebrata per la prima volta in America nel 1999. Fu un’iniziativa sostenuta da diversi attivisti come Wendy Curry, Michael Page e Gigi Raven Wilbur.

Gigi Raven Wilbur, attivista e scrittrice bisessuale americana, dichiarò:

«A partire dai Moti di Stonewall, la comunità gay e lesbica ha guadagnato forza e visibilità. Anche la comunità bisessuale è cresciuta, ma sotto molti aspetti siamo ancora invisibili. La società ha condizionato persino me a percepire automaticamente due persone che camminano mano nella mano come etero o gay, basandomi sul genere percepito di ognuna.»

In Italia una parata in occasione del 23 Settembre è stata svolta per la prima volta nel 2017 a Padova. Fu organizzata dall’associazione Antéros Lgbti, dalla sezione padovana della Chiesa Pastafariana e da Aurelio Castro.

La ricorrenza intende sensibilizzare sulla realtà bisessuale e, più in generale, superare lo stretto dualismo etero-omosessuale ancora molto presente nell’immaginario collettivo. 

Purtroppo, le persone bisessuali devono combattere non solo contro l’omofobia ma anche contro la bifobia.

La bisessualità è ancora vittima di pregiudizi e stigmi e viene infatti percepita da moltз come una fase caratterizzata da indecisione e confusione. C’è chi sostiene che la bisessualità non esista, chi sostiene che si tratti confusione e incertezza e chi pensa che sia solo una fase. 

Uno dei pregiudizi maggiori è legato all’idea del tradimento, in quanto si pensa che l’attrazione per entrambi i sessi renda il tradimento certo, assicurato. Questo probabilmente è il pregiudizio più difficile da combattere e sradicare, perché frutto di una non conoscenza di base che non distingue l’orientamento sessuale dalle forme di relazione.

Deborah di Cave, un’attivista storica ed ex presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, durante una sua intervista dichiarò: “Sono sempre stata bisessuale. Per un periodo della mia vita, tuttavia, sono stata portata a dichiararmi lesbica, per via dello stigma che percepivo intorno al concetto di bisessualità”.

La giornata mondiale della visibilità bisessuale nasce proprio per rendere visibili la bisessualità e le persone bisessuali, renderle orgogliose.

Fonti

https://www.gaynews.it/

Lascia un commento